Fermo, prestigiosa città storica che sorge a due passi dal mare, dal gusto classico dove ognuno è protagonista.

Ultimi post dal magazine
Top

Marina Palmense e il Santuario di Santa Maria a Mare

 

La frazione di Marina Palmense è la parte più a sud del Comune di Fermo, vicinissima al casello autostradale dell’A14 è distesa sotto le grandi terrazze panoramiche di Torre di Palme. Le sue spiagge insieme a quelle di Lido di Fermo e Casabianca sono state insignite continuativamente negli ultimi anni della prestigiosa Bandiera Blu.

Si distingue a sud come un tratto incontaminato di spiaggia sassosa dove praticare kitesurf, windsurf, surf, wingfoil, hydrofoil grazie al vento di scirocco, favorevole in questo territorio, che la elegge a meta privilegiata per chi vuole assaporare l’emozione di sentirsi libero nel mare. Nel tratto a nord la spiaggia mista di ghiaia e sabbia ospita numerosi campeggi attrezzati per accogliere i turisti in una costa dove possono rilassarsi al sole e divertirsi insieme a tutta la famiglia tra un tuffo e una nuotata nel mare blu con il fondale che digrada dolcemente.

Circondata da una fitta vegetazione e da colline, Marina Palmense con la sua natura incontaminata è meta privilegiata per chi desidera approfittare dell’area sosta attrezzata e vivere una vacanza in libertà zaino in spalla a due passi dal mare, per concedersi una bella passeggiata alla scoperta dei dintorni incamminandosi verso il Bosco del Cugnolo e la vicina Torre di Palme o salire in bicicletta alla scoperta del territorio.

La frazione di Marina Palmense è la parte più a sud del Comune di Fermo, qui si possono ammirare la chiesa di San Giuseppe Artigiano e l’antico Santuario di Santa Maria a Mare dedicato a Maria Santissima Stella del Mare, conosciuto anche come Sant’Anna per la devozione alla mamma di Maria, protettrice delle partorienti.

Fondato dagli Agostiniani, il Santuario risale al XII secolo e venne probabilmente edificato sui resti di un antico tempio pagano dedicato all’Aurora che si trovava in prossimità del porto di Fermo “Castellum Firmanorum”. Verso il 1400 la struttura fu trasformata e completata con l’edificazione del Convento. La chiesa è una semplice costruzione in conci di pietra e cotto. L’interno è a tre navate con presbiterio sopraelevato  volta decorata da affreschi di Giuseppe Canali. Sull’altare maggiore è racchiuso in una grande cornice rettangolare un affresco del 1400 di Vincenzo Pagani, che raffigura la Madonna (Santa Maria a Mare) con San Giovanni Battista e San Biagio.

La storia marinara fermana, legata alla aree marinare comunali quali Lido di Fermo e Marina Palmense regala, fra le tante altre specialità locali, piatti di pesce unici e prelibati. Dal mare viene una grande tradizione di lavoro, di vita, ma anche di alimentazione che dona una varietà di pescato dalla quale nasce un’ampia gastronomia fatta di piatti tipici. Spaghetto con molluschi e pomodorini realizzato con cannolicchi, granchi, telline. vongole, crocetti e cozze. Parte del pescato utilizzato viene raccolto a mano e vicino riva. Frittura di sciabbica realizzata con piccoli pesci di sottocosta, vicino riva, di cui zanchette, trigliette, cefali, carlini ecc..

gallery

info


Numero unico
di informazione turistica


orario di attività
tutti i giorni 9.00-19.00

0734.343434

scrivici

You don't have permission to register